Aiuto, è morto il basilico! 5 consigli per evitarlo

Ci provi e ci riprovi ma ogni volta è la stessa cosa? Grazie a questo articolo non dovrai più piangere alcun basilico!

Photo by Alissa De Leva on Unsplash

Non c’è niente che faccia sentire un fuorisede un po’ più a casa di una bella e profumata piantina di basilico. Infatti, scommetto che tutti voi siete andati al supermercato e vi siete innamorati di quella bella piantina al costo di 1.50€. Scommetto anche che dopo qualche giorno quella bella piantina si è trasformata in un ammasso di foglie mosce e grigie come il cielo di Milano.

Ecco, la prima buona notizia che voglio darti è che, come vedi, non sei solo. Quelle cavolo di piantine muoiono a tutti noi dopo pochissimi giorni e fino a qualche tempo fa anche io ero disperato come te. La seconda buona notizia è che far sopravvivere la tua piantina di basilico, in realtà, non è poi così difficile.

5 consigli per non far morire il tuo basilico

1. Evita il basilico del supermercato

Prima di tutto devo dirti che, seppur molto conveniente, il basilico a 1.50€ del supermercato sarebbe meglio evitare di comprarlo perché viene trattato artificialmente. Inoltre, lo vedete sempre così bello e pieno di foglie perché si trova nel massimo del suo splendore e all’inizio del suo decadimento. Al suo posto potresti comprare la tua pianta in un vivaio oppure coltivarla partendo dal seme (immagina che soddisfazione!).

2. Fai attenzione al vaso

Soprattuto nel caso del basilico del supermercato, la primissima cosa da fare è tenere conto del vaso e lo spazio in cui vive la pianta. Infatti, la prima cosa che dovrai fare una volta comprata la piantina è posizionarlo in un vaso più grande e spazioso in modo che possa trovare terreno fertile per crescere, espandersi e vivere a lungo.

3. Dosa bene l’acqua

Un altro step fondamentale per non far morire il tuo basilico è idratarlo il giusto, quindi non troppo poco e neanche gettando litri di acqua. Per capire quanto è giusto annaffiare utilizza il tuo dito mettendolo sul terriccio e senti il grado di umidità: se ti sembra troppo umido allora non è ancora il momento di annaffiare, se invece è secco allora vuol dire che la vostra pianta ha bisogno di acqua. Ricorda che il momento migliore per innaffiare la vostra pianta è la mattina presto.

4. Taglia i germogli

Questa cosa me l’ha sempre detta mia nonna e io pensavo fosse una follia invece è vero: il basilico ha dei fiori…e li dovrai fare fuori sul nascere. Tagliali non appena li vedrai spuntare così il basilico dovrà nutrire solo le sue foglie.

5. Attento al sole

Temperature troppo fredde causano la morte della tua pianta ma, allo stesso tempo, troppo sole e calore possono ucciderla. Il segreto è riuscire a posizionare il basilico in una zona illuminata ma non direttamente. Nel periodo invernale una posizione potrebbe essere alle spalle di una finestra.

Ok…ora è arrivato il momento di provare a conquistare questa grande vittoria. Fammi sapere come è andata e soprattuto se il tuo basilico sopravvive più di una settimana!

Mi trovi su @unterroneamilano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.