Votare fuorisede in Italia? Scordatelo! Però ci sono gli sconti

Le elezioni del 25 settembre si avvicinano e votare fuorisede anche questa volta non sarà possibile. Tuttavia, per chi volesse tornare a votare, esistono alcuni sconti per il trasporto pubblico.

C’è poco da fare, mentre gli anni passano e i governi crollano, in Italia c’è solo una certezza: votare fuorisede non è possibile. Si parla di circa 5milioni di persone, per lo più giovani studenti meridionali, che per poter esercitare un proprio diritto e mettere una firma dovranno spendere soldi facendo veri e propri viaggi della speranza. Prima di andare avanti nell’articolo è bene sottolineare che tra i paesi europei non è possibile votare fuorisede solo in Italia, Cipro e Malta.

Ma allora come mai votare fuorisede in Italia non è possibile? Negli ultimi anni ci sono state diverse proposte portate avanti da alcuni partiti politici arrivando a parlare anche di voto digitale ma si sono scontrate con l’articolo 48 della Costituzione secondo cui il voto deve essere «personale ed eguale, libero e segreto». Votare per corrispondenza o per delega comprometterebbe l’integrità del voto. E qui entriamo in un “simpatico” paradosso tutto italiano poiché ci sono già milioni di italiani che votano tranquillamente fuorisede, per corrispondenza, con la differenza che vivono all’estero. In quei casi l’articolo 48 non è compromesso? Ma andiamo avanti…

Votare fuorisede: chi può farlo?

Come già detto, in generale, chi vive lontano dalla propria residenza per poter votare non può fare altro che tornare alla propria residenza. Tuttavia, ci sono alcuni casi particolari in cui è possibile votare anche se si è fuorisede:

  • Chi è ricoverato in ospedale o in una casa di cura;
  • I militari;
  • I naviganti;
  • Gli appartenenti alle forze dell’ordine;
  • I membri dell’Ufficio elettorale di sezione;
  • I rappresentanti di lista designati dai partiti (attenzione: al contrario dei Referendum, nel caso delle elezioni politiche l’escamotage di farsi eleggere rappresentate di lista per votare fuorisede non è applicabile. Per approfondimenti clicca qui).

Insomma, a meno che non fingiate un malore, c’è veramente poco da fare e l’unico modo è fare le valigie e tornare a casa. A questo punto focalizziamoci su come poterlo fare spendendo il meno possibile.

Tutti gli sconti sui trasporti

Proviamo a vedere il bicchiere mezzo pieno. Infatti, per chi torna a votare alla propria sede sono previsti degli sconti sui trasporti pubblici: via mare, terra e cielo. In tutti i casi, per ottenerli sarà necessario esibire la propria tessera elettorale.

Se viaggi in treno: attualmente sono disponibili sconti sia per Trenitalia che per Italo.

  • Per quanto riguarda Trenitalia è previsto uno sconto del 70% sul prezzo base per i treni media-lunga percorrenza nazionale (Frecciarossa, Frecciargento, Frecciabianca, Intercity e IntercityNotte) e servizio cuccette. Per acquistare il biglietto potete recarvi in biglietteria oppure online sul sito di Trenitalia e seguendo questi passaggi: selezionate la tratta che desiderate scegliendo orario e tipologia di treno, nel momento in cui vi chiede di “selezionare tariffa e offerta” cliccate in basso su “vedi altre offerte”; cliccate a destra su “offerta” e nel menù a tendina selezionate “Elettori” (foto 1). A questo punto scegliete se inserire i dati della vostra tessera elettorale o compilare l’autocertificazione per l’andata (ricordato che al ritorno dovrete mostrare la tessera con il timbro). Il viaggio di andata può essere effettuato dal decimo giorno antecedente il giorno di votazione (questo compreso) e quello di ritorno fino alle ore 24 del decimo giorno successivo al giorno di votazione (quest’ultimo escluso).
Foto 1
  • Per quanto riguarda Italo treno è previsto uno sconto del 60%. Il viaggio di andata deve avvenire in una data compresa tra il 16/09 e il 25/09, mentre il viaggio di ritorno deve avvenire in una data compresa tra il 25/09 e il 05/10. Per il ritorno, dovranno essere necessariamente esibiti il documento di identità e la tessera elettorale in originale con il timbro dell’avvenuta votazione.

Se viaggi via mare: per chi deve raggiungere Sicilia e Sardegna, la Compagnia italiana di navigazione prevede uno sconto del 60% sulla tariffa base. Anche in questo caso sarà necessario esibire documento di identità e tessera elettorale.

Se viaggi in aereo: per chi deve spostarsi in aereo per andare a votare, ItaAirways mette a disposizione uno sconto pari al 50% applicabile sulla tariffa base per i voli nazionali e di 40% per quelli internazionali. Ma attenzione: le tasse e i supplementi sono esclusi dallo sconto che risulterà essere davvero…banale.

L’offerta si applica sui biglietti acquistati dal 30 agosto al 25 settembre per viaggiare nel periodo compreso dal 22 al 28 settembre. L’acquisto può essere effettuato sul sito ITA Airways.
Al momento del check-in e dell’imbarco, al passeggero verrà semplicemente chiesto di esibire la propria tessera elettorale.

Trovate ulteriori consigli nelle storie in evidenza sulla pagina @unterroneamilano

One Comment

  1. Vittoria Esposito Reply

    Nel caso di elezioni che riguardano tutto il terrirorio nazionale, come nel caso delle elezioni politiche del 25 settembre, i biglietti di trenitalia possono essere acquistati anche da sito e app.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.